fatti non foste a viver come bruti, ma per postare e condividere la canoscenza

“Considerate la vostra semenza:
fatti non foste a viver come bruti,
ma per seguir virtute e canoscenza”

(Divina Commedia- Inferno- canto XXVI)

Ci ritorno su, perchè il tema mi appassiona. Sono in arrivo appuntamenti interessanti nel mondo dei social network. In particolare gli “istagrammati” si riuniranno a Torino il 22 settembre p.v. per parlare e vivere il fenomeno della “rivoluzione fotografica” del XXI° secolo: come fotografarsi i piedi e farli vedere a 5 miliardi di esseri umani. A parte la facile battuta, ciò che più mi intriga di queste esperienze e di tutto ciò che ruota intorno al web ed alla telefonia smart è la possibilità di creare fenomeni virali, l’abbattimento delle strutture e dei processi pre costituiti, nonchè il vivere in una società liquida ove anche il più futile scatto, ad esempio, può divenire una piccola opera d’arte o un fenomeno di massa. Certo, il rischio del futile e dell’inutile è sempre in agguato, ma vuoi mettere la “canoscenza”.

Il padre Dante, secondo me, sarebbe contento. Certo, manca ancora la “virtute”, ma Dio, si sà, è morto da un bel pezzo.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...