la speranza

Stamani, a  Roma, i marciapiedi sono bagnati di pioggia. Il cielo è scuro e coperto da nubi cariche. Qualche goccia cade, ma è solo una minaccia. Percorro, a piedi, il breve tratto che mi separa dalla metropolitana: non ho portato l’ombrello (mi da fastidio l’ombrello, impiccia).  All’angolo della strada, vicino alle scale della metro, stazionano due cittadini extracomunitari, con la loro merce: ombrelli.

Non piove e la gente passa oltre, senza guardarli. La gente è indifferente per principio. Io pure faccio parte della gente. Ho sorriso all’extracomunitario che mi mostrava la mercanzia ed ho letto nei suoi occhi un barlume, una piccola luce: la speranza. Ma io sono la gente. Ho sollevato le spalle e sono andato oltre. Anche oggi.

Non piove.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...