cent’anni di solitudine

Passa il tempo. I testimoni ed i protagonisti scompaiono.

Non tutti.

I criminali sorridono all’obiettivo. Impeccabili. Convinti della bontà del loro gesto. Corpi privi di anima. Qualcuno vorrebbe dimenticare. Qualcuno vorrebbe negare.

Erich_Priebke_in_servizio_presso_l'ambasciata_tedesca_di_RomaQuest’uomo è il responsabile di una strage ed abita vicino casa mia. Anche se non l’ho mai incontrato. Ho altro da fare, altro cui pensare. Eppure, la storia, ogni tanto, si ricorda delle nostre omissioni e della nostra breve memoria.

Annunci

Una risposta a “cent’anni di solitudine

  1. Bruno Petriccione

    Acuto, amaro, coraggioso.
    Bravo, Nicogiò (con l’accento)!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...