il senso della vite (omaggio ai Perturbazione)

Capita, una sera a Roma, di arrivare fin sulla Casilina per assistere al concerto dei Perturbazione. Capita di essere tra un pubblico giovane. Capita di appollaiarsi sopra un’enorme cassa, a pochi metri dal palco, e di godersi una superba esibizione fatta di ironia, forza e generosità. Capita che la band si spenda parecchio anche se il fonico non è all’altezza dell’esibizione. Capita di provare emozioni, di ritrovare un pezzetto di sè stessi. Capita di pensare che Elena Diana sia davvero bella con il suo violoncello in mezzo a tanti uomini schitarrosi. E capita di scambiare due chiacchere a fine spettacolo, di farsi autografare i dischi e di scattare una foto per la posterità.

La vite ha girato nel senso giusto.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...