di libri e città

In pochi giorni ho terminato il saggio di Marc Augé “Disneyland e altri nonluoghi”, pubblicato nell’ormai lontano 1997, ma sempre attuale ed interessante. Si sono affollate un sacco di cose nella mia mente, mentre sfogliavo le pagine: i graffiti di Banksy  (la critica aprioristica alla società industrializzata e dei consumi), gli esiti infelici di certe periferie italiane (la difficoltà del vivere, ovvero gli esclusi dal bello a priori), le pazzie visionarie di alcuni architetti (Sant’Elia e la “città nuova”), i percorsi letterari aulici e straordinari di Italo Calvino (“Le città invisibili” è un c-a-p-o-l-a-v-o-r-o). E molto altro ancora e forse di più.

1024px-Casa_Sant'Elia

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...