17 aprile

Il 17 aprile del 1492 gli spagnoli firmarono un accordo con un tal Cristoforo Colombo per un viaggio verso l’Asia destinato all’ approvvigionamento di spezie. Le spezie erano un bene di estrema importanza per la conservazione del cibo e la produzione di farmaci e la domanda era molto alta (e la concorrenza spietata). Sicchè gli spagnoli decisero di giocare d’azzardo per garantirsi questa fonte di ricchezza, confidando nell’idea balzana di un cittadino della Repubblica di Genova che riteneva la terra rotonda e sperava di raggiungere l’Asia attraverso una nuova rotta.  Immagianiamo se, all’epoca, un comitato referendario (autorizzato dai sovrani con un certo fastidio), avesse promosso un referendum intorno all’impresa di Colombo. Le motivazioni del SI sarebbero state grosso modo le seguenti:

“Difendi il tuo diritto di scegliere” (i soldi per finanziare l’impresa sono dei sudditi. Basta con questi sprechi!) “Una perdita di spezie sarebbe un disastro” (le spezie inquinano ed avvelenano i nostri figli) “Mettiamo in pericolo le nostre credenze per un pugno di spezie” (la terra non è rotonda!) “Ci guadagnano solo gli speziali” (basta con le lobby del  commercio) “La ricchezza del nostro paese non sono le spezie” (viva il cammino di Santiago!) “Le spezie non risolvono i nostri problemi alimentari” (viva la marinatura!).

Come sarebbe andata a finire?

Poi, alcuni secoli dopo, fu inventato il frigorifero e la questione perse di interesse.

chiodi_di_garofano_usi_alternativi

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...