i post trivellati

Il post referendum del 17 aprile è stata l’ennesima dimostrazione dell’immaturità democratica in cui versa il  nostro Paese. A cominciare dalla dichiarazione di guerra di Emiliano in diretta su La7 (quelli che non sanno ammettere di aver perso e pure male), proseguendo con la difesa di Mentana  (ad oltranza ed a prescindere) della categoria dei giornalisti anche se magari non hanno lavorato proprio bene (se avessero fatto informazione “corretta” ci sarebbe stato il trionfo del SI … o magari del NO) e finendo nell’ insulsaggine del “popolo pecorone che si lamenta ma che non va a votare” diffuso sulla rete. Ora sulla questione del quorum e sul suo significato qualsiasi trattato di diritto pubblico (anche il più infimo) spiega perchè è stato previsto e perchè è consentito scegliere di non andare a votare (che è la terza opzione sacrosanta e valida quanto l’astensione, il votare scheda bianca o scheda nulla – ricordo, fin da piccino, la fetta di salame messa nella scheda elettorale accompagnata dalla scritta: “ve siete magnati tutto, magnateve pure questo”).  Ora se su 50.675.406 elettori solo 15.806.788 hanno deciso di esercitare un loro diritto, e di questi 13.334.754 hanno espresso un SI, a parte tutti i distinguo, i peana, i ciaoni, gli hastalacvictoriasiempre, la dignità, la pecorosità ecc se un minimo minimo volessimo essere coerenti lunedi 18 aprile sulle strade mi sarebbe piaciuto incontrare 13.334.754 elettori-lavoratori in bicicletta. Un piccolo segno tangibile della volontà di abbandonare il fossile e di pensare ad una società migliore, più giusta e meno inquinante.

Oh, ma c’ero solo io (metaforicamente e non solo) in bicicletta: gli aerei hanno volato regolarmente, le navi hanno attraccato nei porti, il petrolio è stato pompato nei depositi e sversato nei fiumi, le merci hanno viaggiato via corriere o via treno, le macchine hanno intasato le città, i siti industriali hanno continuato a sfornare cose, tonnellate di rifiuti sono state prodotte ugualmente e sparse sul territorio ecc. ecc. .

Aggiungerei un nuovo aggettivo: cialtroni.

Scheda_per_la_votazione_-_Legislatura_XXIX_-_Elezioni_politiche_25_marzo_1934_-_Fronte

(questa scheda è un evergreen e la dice lunga su referendum, democrazie e masse popolari)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...