la perfezione in un istante

Mi è capitato di entrare in un bar, perchè era nato in me il desiderio di un caffè. Non sono un grande appassionato del nero beveraggio, ma in alcuni momenti del giorno, o in particolari condizioni, ne apprezzo il conforto. Il bar era il solito bar: sfilata di caramelle e dolcetti vicino alla cassa, parata di pacchetti di sigarette dietro la cassa, biglietti colorati e miliardari delle varie lotterie accanto alla cassa. Ho pagato l’obolo (90 centesimi) e con la formula: “un caffè, per favore”, accompagnata da un gentile sorriso, ho atteso che il barista mi servisse quanto richiesto. Ed eccolo lì, dopo pochi istanti, versato in una tazzina bianca decorata da Dolfres: nero, cremoso, accompagnato dal cucchiaino e dal piattino. Sotto una bella luce.  Il mondo si è fermato. Mi sono commosso. Avrei potuto perfino scattare una foto, ma mi sono astenuto. Per non interrompere un piccolo segno di armonia in un mondo distonico.

Annunci

Una risposta a “la perfezione in un istante

  1. Una perfezione italiana, poi: vedi? Non tutto è perduto, caro amico di blog. Baci ai pupi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...