monumento ai vinti (ed all’instabilità del tempo)

Domenica di sole. Temperature miti. Blocco (finto) del traffico a Roma. Ci armiamo di metropolitana (ligi come sempre), skateboard e monopattini per fare una passeggiata al centro. Le vie pullulano di romani, turisti e varia umanità. Come al solito, mi metto a fotografare opere di street art e particolari architettonici di una bellezza gratuita e sconvolgente. Roma nel suo disordinato degrado regala vibrazioni e bellezza. Arriviamo fino al Colosseo con li piccini, fendendo ali di popolo felice e spensierato, zizzagando tra blindati militari in assetto di guerra, artisti di strada che suonano hang drum (la reintrepretazione  orginale degli svizzeri del contenitore per la fonduta), ballerini di   break dance e finte copie viventi del Papa. La vita è bella. Il Colosseo è fotografato da ogni lato e prospettiva, mentre intorno sciamano facce di tutto il mondo e bimbi in costume di carnevale (inclusi i bambini travestiti da centurione romano, forse abusivi … ). La vita è bella 2.    Davanti al Colosseo c’è una statua in bronzo di un artista argentino. Un enorme cavallo tatuato e smembrato. Non un cartellino che indichi titolo e spieghi perchè sia lì in un’aiuola polverosa vicino al basamento del colosso di Nerone.  Al popolo non interessa molto, purchè il selfie o la foto ricordo venga bene. In effetti, la luce ieri era davvero fantastica. La vita è bella 3.

lapidarium-colosseo

lapidarium

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...