brucia Troia(*)

Il suicidio assistito del genere umano passa, in questi giorni, per i fuochi appiccati ai boschi. E’ bello il fuoco, affascina il suo potere distruttivo. Vedere le pinete trasformarsi in colonne di fumo, la gente in vacanza fuggire, il lavoro paziente di anni distrutto in poche ore. E’ bello sentire la voce delle sirene: mezzi di soccorso, voci di politici. Li senti e li vedi, questi ultimi, con i loro occhi smarriti e capisci che non hanno neanche idea di cosa sia e come funzioni la macchina della protezione civile. Capisci che non capiscono.  Loro non sono lì per dirigere, amministrare. Sono lì per rilasciare dichiarazioni. Che saranno spernacchiate o osannate. Brucia Troia.

L’orrore l’orrore l’orrore

Barbari della Colchide
I vapori s’alzano nell’ombra

per sbaglio

Per gli anni tuoi abbracciati nell’assedio
Per i giardini tuoi favi di miele
I denti mordano la terra nera
Noi gusteremo il giorno
Un giorno ancora
Brucia Troia Brucia Troia

* Troia o Ilio (in greco antico: Τροία o ἼλιονĪlĭŏn– o ΊλιοςĪlĭŏs– e in latino Trōia o Īlium), è sia un antico sito storico dell’Asia Minore, posto all’entrata dell’Ellesponto (Stretto dei Dardanelli), nell’odierna Turchia, attualmente chiamata Truva e popolata da un centinaio di abitanti, sia una città mitica dei testi classici greci.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...