Archivi categoria: vita

tifare per le piccole (squadre)

Essere esclusi da un mondiale di calcio garantisce quella giusta distanza emotiva che consente di apprezzare e commentare le altre squadre, senza particolare invidia. E voler bene alle “piccole”  che, intanto, si sono guadagnate un posto al sole e lo difendono con le unghie e con i denti.

Lodi a Messico, Svizzera e Islanda.

 

Annunci

alex strangelove

Un film, distribuito da Netflix, su come fare “coming out” quando sei ancora un liceale (e hai ancora tutta la vita davanti). No, troppo riduttivo.

Un film, distribuito da Netflix, sui turbamenti di un giovane liceale in cerca della propria identità sessuale. Freddino.

Un film, distribuito da Netflix, su come le giovani generazioni si confrontano sui propri orientamenti sessuali senza tutte le paranoie dell’educazione cattolica, anche se è ancora difficile riuscire ad accettarsi in prima persona. Già va leggermente meglio.

Una commedia, distribuita da Netflix, con il lieto fine, su quanto sia delicata una fase di passaggio nella nostra vita; su chi siamo veramente e cosa la società, invece, ci impone in termini di schemi e comportamenti; su come si può scegliere ed essere accettati. Su come sarebbe bello, ma è sempre difficile, provare ad uscire dagli incasellamenti e dalle definizioni, quando in fondo ciò che veramente importa è amare ed essere amati.

Ok, la pubblico.

 

rapone

Urban art, Street art, Art: termini di uso comune. Arte di uso comune. Non per ricchi e magnati. Ma per gente “ordinaria” che vive in tempi stra-ordinari. Gente schiacciata, a volte un pò distratta. Gente rabbiosa, “ignorante”, ma anche generosa se condotta per mano. Gente che vive nei quartieri dormitorio, ai margini. Gente che non avrebbe diritto a niente, neanche a un pò di bellezza. Magari non la vuole. Magari non la cerca. Allora?

Allora, arrivano gli artisti (quelli delle bombolette, degli stencil, delle tecniche miste): artigiani del pensiero. Ci pensano loro a rendere l’anonimo muro un’opera bellissima. Per far sentire meno soli coloro che attraversano le vie come fantasmi.

Per esempio, Beet root (Rapone, il suo vero cognome) fa cose straordinarie, ispirate spesso all’arte antica (ma non solo). Scavando, ricombinando, modulando.

Ed è stupore. Ed è meraviglia.

PS l’opera di sinistra non esiste più.

Una nuova piccola avventura

Con un gruppo ristretto di amici e buontemponi si è dato vita ad un nuovo blog.

Dedicato ai viaggi, alla vita, all’amore. Si chiama Amenius.

Per chi ha piacere, ci trova qui.

Il sito è incasinato quanto le nostre vite terrene.

img_7074.jpg

Sfioriture

Gli alberi di Giuda sono in fiore in questi giorni. Sono stati muti, spogli e contorti per mesi e poi, all’improvviso sono ricoperti di fiori. Ai loro piedi cadono i petali carnosi e sono spatolate di colore che accoltellano il grigio.

Vien voglia di tuffarsi in quelle striature.

Dureranno poco, invisibili ai distratti calpestatori. A me, invece, fanno bene.

Ricorrenze spicciole

Ogni giorno qualcuno ti ricorda che c’è qualcosa da ricordare.

La forma dell’acqua (recensione a scoppio ritardato)

Oh, Guillermo, Guillermo! Tu che tutto tocchi e trasformi in incubi meravigliosi che siano film, cartoni, sceneggiature, persino tovaglioli di carta. Tu che da piccino devi aver convissuto con mostri , hai il dono di unire il macabro al romantico. Anche in questo film cupo eppur bello come il fondo dell’oceano.